Scegliamo senza guardare


Potrei mettere un post con la classica foto della scelta di Squid Game ma cercherò di resistere alla tentazione, datemi qualche punto di vantaggio anche solo per questo.

Comprendere bene è alla base delle nostre scelte.

I libri hanno sempre fatto parte del processo, e non dobbiamo secondo me confondere la parola “comprendere” con la parola “informarsi” perché l’informazione è alla portata di tutti ma è un tastare l’acqua per sentire se è calda o fredda, non nuotare liberamente.




La confusione tra questi due aspetti ci porta, secondo me, a pensare che avere “libero” accesso all’informazione sia lo stesso che crearsi un’opinione sana e comprendere, errore così comune da creare opinioni basandosi solo su una foto, su una frase o su un video.

Tanti sanno chi è Freud ma in pochi hanno letto le sue riflessioni sulla sessualità o sull’essere genitore, sennò ad oggi affronteremo le cose in modo diverso.

Dove voglio arrivare?

In tanti mi chiedono perché i miei figli giochino sempre con i libri e ci chiedano così spesso di leggere per loro.

Io e mia moglie rispondiamo che non facciamo nulla di particolare, leggiamo spesso di conseguenza abbiamo una grossa libreria, di conseguenza i nostri figli tendono ad imitarci e attraverso quello che leggo e gli approfondimenti, che specifico avvengono sia tramite i libri che google home visto che loro per ora non sanno leggere da soli ma possono chiedere a google, riescono a crearsi una loro base di comprensione del mondo, la base che un giorno servirà a farli scegliere con saggezza la loro direzione.




Comprendere è la base delle nostre scelte,

Scegliere è la base del cambiamento,

Cambiare è la base per il futuro.



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti